08 Apr.2024
By: We.Do.
WeDo Holding acquisisce la vicentina Sitland

Grazie ai suoi quattro brand del settore, il Gruppo diventa tra i primi in Italia nell’Office & Healthcare
Il presidente Andrea Olivi: «DVO e Sitland si integreranno progressivamente per dare forza e valore alla business unit Office & Healthcare: una grande prospettiva di evoluzione sia di mercato che di efficienza organizzativa»

Padova, 14 marzo 2024WeDo Holding, il gruppo padovano attivo nel settore dell’arredo design d’alta gamma, continua nel suo percorso di crescita per linee esterne e acquisisce Sitland, marchio dell’arredo per ufficio, con sede a Nanto (Vicenza), specializzato nel settore delle sedute tecniche e del soft seating.

Sitland integra l’ambito dell’area strategica Office & Healthcare del gruppo WeDo Holding; conta 116 dipendenti e registra un fatturato 2023 di circa 17 milioni di euro, di cui 12 milioni all’estero, con un Ebitda di 1 milione. È l’undicesima azienda che si aggiunge alla compagine di WeDo Holding – le altre realtà industriali sono Arrital, CopatLife, Doimo Cucine, Rotaliana, Busnelli, Diva Divani International, Frezza, DVO, Mis Medical, WeDo Project.

L’acquisizione di Sitland è l’atto finale di un processo iniziato un anno fa, che aveva condotto la controllata (ma non partecipata) MDM Srl ad acquistare Sitland. Il presidio è stato affidato da aprile 2023 al management di WeDo Holding e la gestione, quale amministratore delegato, al direttore generale Davide Fiorese, che aveva condotto l’azienda salvaguardandone il valore. L’intervento di WeDo Holding ha permesso di svilupparne l’attività, di creare nuove opportunità commerciali, verificando direttamente la bontà prospettica dell’investimento, agevolando quindi l’acquisto diretto della Capogruppo stessa.

I dati definitivi dell’andamento del 2023 per WeDo Holding registrano 340 milioni di ricavi consolidati (467 aggregati) e un utile operativo di 25 milioni di euro. Il piano industriale della holding ha come focus nel 2024 l’aumento, grazie anche alle quote di mercato di Sitland, della quota export (ora al 40%), in particolare negli Stati Uniti e in Cina.

Con Sitland, WeDo Holding diventa, per aggregazione di fatturati dei suoi quattro marchi del settore – Dvo, Frezza, Sitland e Mis Medical –, tra i primi gruppi in Italia nel settore dell’Office & Healthcare, con 91 milioni di euro di ricavi e con la prospettiva di raggiungere, nel 2025, i 120 milioni di euro.

«L’opportunità di una integrazione tra Sitland e DVO apre una grande prospettiva di evoluzione sia di mercato che di efficienza organizzativa – dichiara Andrea Olivi, presidente di WeDo Holding –. Le possibilità si apriranno nel mondo dei progetti internazionali (corporate, studi di architettura, general contractors, real estate), ma anche nel retail. Il mondo del lavoro è cambiato, tra smart working, co-working e progetti a tempo; gli spazi sono aree di condivisione, di comunicazione o di svago. Anche il mondo ospedaliero e della cura è in grande trasformazione con la crescita in valore, confort e stile delle residenze assistite, sempre più in grado di conciliare il benessere con la cura e l’assistenza. Questi trend evolutivi richiedono sviluppi di prodotti e soluzioni nuove, più ibride, flessibili e personalizzate (adattabili ai diversi ambienti e bisogni). I nuovi standard di sostenibilità, inoltre, accrescono le sfide del design, nella durabilità, customizzazione e disassemblabilità dei componenti».

WeDo Office & Healthcare proporrà, in Italia e all’estero, offerte commerciali congiunte e servizi che prevedano strumenti innovativi come, ad esempio, il “nolo operativo”, che consente alle aziende, ma anche alle strutture sanitarie, scuole e università, di arredare gli spazi con una modalità flessibile, conveniente e personalizzata, evitando investimenti anticipati e applicando i dettami della sostenibilità e dell’economia circolare.

Inoltre, gli habitat parlano sempre più di servizi e di integrazione smart, quindi saranno determinanti tecnologie (specie digitali e di intelligenza artificiale) che sappiano valorizzare le funzioni, sino, ad esempio, alla gestione delle utenze e delle utility. WeDo Holding sta lavorando anche in quest’ambito.

Author